Catering aziendali fai da te? Anche no!

14 dicembre 2018 0Comments by Food, News

Ormai sai benissimo che io non sono solo un food truck. Posso partecipare a una festa privata, un matrimonio e tante altre cose.

Oggi volevo parlarti un pò dei miei catering aziendali. Del perché può essere utile farlo gestire da un esterno ma soprattutto del risparmio di tempo e denaro che questo comporta. Eh sì. Prova a pensare: tu titolare di un’azienda, anche piccola, ti ritrovi una volta al mese o ogni tre, non ha importanza, a ricevere agenti, clienti o perché no, organizzi un Open Day.

Oltre a una questione gestionale dell’evento devi pensare anche a come accogliere gli ospiti e cosa offrire loro per pranzo, aperitivo o cena.

A questo punto hai due possibilità.

  1. Organizzi tutto da solo. Diventi matto due settimane prima dell’evento, chiedi ai tuoi dipendenti di darti una mano e il fatidico giorno li metti alla gestione del “catering”. Risultato: un dispendio di energie mostruoso con stress annesso. Tutto questo perché le persone che, con buona volontà, si sono messe a disposizione non hanno le competenze per fare quello che gli chiedi. Oltretutto perdono tempo prezioso che dovrebbero utilizzare per mandare avanti la tua azienda, che resta scoperta in più di una posizione. Quindi l’evento ti costa il doppio di quello che avevi preventivato: materie prime, personale e posizioni scoperte in ufficio.

2. Fai organizzare tutto a un esterno. Tipo me. Così l’unica cosa che devi fare è alzare il telefono, dirmi cosa ti serve e delineare un budget. Facile, semplice, veloce e, scoprirai, anche economico. Risultato: ti eviti un sacco di mal di testa, il tuo personale continua a fare quello che deve e i tuoi ospiti saranno seguiti e serviti al meglio, per tutto il tempo che ti serve.

Sono riuscito a farti riflettere? Io spero di sì.

 

Photo by Jon Tyson on Unsplash

Leave a comment